Depositphotos_18365707_xl-825x510

Come mangiare in maniera sana, equilibrata ed economica quando si viaggia.

Quando viaggiamo e andiamo in vacanza, lontani dalla nostra quotidianità, specie se in posti nuovi o mai visitati prima, siamo colti in tentazione dalle tradizioni e usanze culinarie del luogo: mesi fa andai in Spagna, e preso anche dai prezzi abbordabilissimi del cibo nei locali, mi sono subito fatto prendere la mano; ed ecco che sono andato giù con tapas, paella, polpette, degustazioni varie, vini, dolci, fritture di calamari e chi più ne ha più ne metta. Tornato in Italia non ho preso molti chili: alla fine riesco sempre a moderarmi e a praticare attività fisica. Tuttavia ho sentito diverse esperienze da altre persone che si erano trovate nella stessa situazione e si erano lasciate indurre in tentazione da ogni ben di Dio che si trovasse davanti ai loro occhi. Ed ecco che avevano speso soldi e guadagnato chili al loro ritorno.

Quando poi sono andato in Inghilterra, nonostante gli invitanti locali che servivano fish and chips, selvaggina, roastbeef, cheeseburger e moltissime altre cose mi richiamassero all’appello, ecco che invece sono riuscito a controllarmi. Sarà stato per i prezzi britannici che fossero qualcosa di assurdo? Non solo. È stato anche grazie al fatto che negli ultimi mesi ho acquisito una maggiore coscienza della mia salute e del mangiare. Tutte le volte in cui mi trovo fuori casa non cerco solo il posto più economico ma anche quello dove si mangia più sano e più di qualità.

 

Ecco tre consigli d’oro su come comportarti quando stai viaggiando.

 

Evita i fast-food:

È palesemente ovvio che sono una delle cose che bisogna evitare di andarci il più possibile anche quando non si viaggia da un paese all’altro. Ma ecco che, un po’ per pigrizia, un po’ per tirchieria, finiamo per approfittarne e rimpinzarci di schifezze. Pensateci bene: quando siamo fuori casa, e quindi anche lontani da dove viviamo, inconsciamente, è come se fossimo senza qualcuno che ci rimprovera, e ci sentiamo liberi di trasgredire.

Se proprio non potete farne a meno, cercate di non mangiarci sempre: non è comunque una tragedia se vi concedete un lusso qualche volta.

 

Cucina per conto tuo il più possibile:

Cercate di alloggiare in un posto dove possiate avere una cucina a disposizione: comprare prodotti al supermercato – premesso, di qualità – e prepararsi pranzi e cene in albergo per molti può essere una scocciatura ma è sicuramente la scelta più economica e salutare, perché siamo noi stessi a scegliere quali ingredienti e con quale dosaggio impiegarli per preparare le porzioni.

Se proprio non vi va o se non volete stare sempre a cucinare perché giustamente vi volete riposare, tenete comunque presente che catene di supermercati, come il Tesco ad esempio, hanno prodotti di qualità preconfezionati o che potete comprare a peso, a cominciare da frutta, verdura, insalate, prosciutti, pomodori, formaggi.

 

Mantieni autocontrollo:

Quasi tutti noi ci facciamo rapire al primo sguardo dal locale carino, bello, ben arredato che prepara piatti ultra-invitanti che fanno lacrimare i nostri occhi dall’acquolina. Tuttavia cerca di ripetere a te stesso come un mantra che con quei soldi ci stai comprando solo chili in più e salute in meno per il tuo corpo, e potresti metterli in un salvadanaio per spenderli per un regalo per un tuo caro.

Questo non significa farsi una vacanza da morti di fame, sia chiaro! Ma cercare di mantenere un giusto equilibrio che faccia tirare un sospiro non solo al nostro portafogli ma anche al nostro benessere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *