plane-1000996_640

Viaggiare in salute: regole d’oro per una dieta sana in viaggio

Abbiamo parlato in più occasioni di quanto sia importante mantenere un’abitudine alimentare salutare anche quando si viaggia e si sta lontani da casa e dalla vita di tutti i giorni. Oggi vedremo più nello specifico 5 regole d’oro da seguire, che abbiamo selezionato da un articolo in inglese di Men’s Health al quale lasciamo i crediti, per mantenere uno stile di vita sano anche quando siamo in viaggio.

  1. Pianificare, sempre.

Quando sei in viaggio ricordati sempre di elaborare un piano da seguire. E questo non riguarda solo la dieta e la salute ma un qualsiasi viaggio in generale. Andare in un posto senza avere le idee chiare di quello che si deve o vuole fare è qualcosa assolutamente da evitare. Mettete sempre nella valigia, o nello zaino, piccoli snack come crackers, biscotti integrali e frutta secca: è assolutamente indispensabile avere a portata di mano un piccolo da spuntino da mangiare per non soffrire la fame, anche non fosse la cosa più salutare al mondo.

 

  1. Fare uno spuntino ogni 2-3 ore

 

E qui ribadiamo un argomento di cui abbiamo parlato in passato che si ricollega al punto precedente: mai patire la fame, mangiate sempre a intervalli regolari di 2-3 ore ovunque vi troviate. Cercate sempre di essere i più regolari possibili per evitare di andare incontro all’effetto yo-yo in cui due ore vi ritrovate a strafogare un intero fast food.

  1. Caffè proteico

Cerchiamo sempre di sconsigliare l’uso di proteine in polvere perché oltre che dannose sono quasi del tutto inutili se si segue uno stile di vita sano. Tuttavia se assunte in piccole quantità non fanno assolutamente e anzi, mescolate con un bel caffè sono un ottimo modo per ridare un po’ di energia durante una giornata in giro per attrazioni, musei, spiagge, qualsiasi cosa esse siano. Anche aggiungere una piccola quantità di latte è un ottimo modo per integrare il caffè con questi amminoacidi essenziali. Tenete comunque presente che le proteine liofilizzate sono ricavate dal latte.

  1. Toccata e fuga

Mettetela così: tralasciando le tre civette sul comò – colazione, pranzo e cena – che vi ordinano apertamente di non trasgredire, vi è concesso consumare solo un pasto ipercalorico nell’arco di 24 ore. La trasgressione, come abbiamo già detto in passato, non deve diventare la norma. Quindi, se vi lasciate tentare da un gustosissimo gelato che vi chiede di accoglierlo tra le vostre fauci, fatelo senza rimorsi. Ma che sia una toccata e fuga, e non l’inizio di un itinerario gastronomico!

  1. Bevete, bevete e bevete!

E per finire, so benissimo che mal interpreterete questi tre verbi, ma, no, non mi riferisco a quello che pensate, ma alla sostanza della quale il nostro corpo è composto per il 70%: l’acqua. Mai, e sottolineo, mai dimenticare di andare in giro senza una boccetta d’acqua, perché bere acqua è la cosa più importante di tutta la vostra dieta. Potete mangiare nella maniera più salutare al mondo, ma se non bevete almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno sarà tutto inutile.

Ricordatevi sempre che il fabbisogno d’acqua va calcolato prendendo il vostro peso corporeo e dividerlo per 32: se pesate 45 kg, 45 / 32 = 1,40 litri. Ricordatevi di tenere sempre bene a mente questo misuratore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *